Che cos’è un segreto intimo? E’ forse ciò che racchiude quel che vi è di più misterioso, di più personale, di più peculiare in un essere umano? […] No. E’ segreto quel che c’è di più quotidiano, di più banale, di più ripetitivo, di più comune a tutti: il corpo e i suoi bisogni, le sue malattie, le sue manie – la stitichezza, per esempio, o le mestruazioni. Se nascondiamo pudicamente tutte queste intimità non è perché esse siano strettamente personali, ma al contrario, per la loro assoluta, deprecabile impersonalità. Perché mai dovrebbe farle una colpa di appartenere al suo sesso, di assomigliare alle altre donne, di portare un reggiseno e, unitamente a quello, la psicologia del reggiseno? […] Escono tutti e due da quell’improvviso laboratorio artigianale in cui i loro occhi sono stati sciupati mediante il movimento disarticolato delle palpebre, e nel loro ventre è stata installata una piccola officina maleodorante. Hanno tutti e due un corpo in cui ben poco spazio è riservato alla loro povera anima. E non dovrebbero perdonarselo? Non dovrebbero passar oltre le piccole miserie che nascondono in fondo ai cassetti?

Annunci